Crescere in coppia, imparare a volare in due

quadri-su-tela-due-mongolfiere-nel-cielo-con-le-nuvole (1)

“Se si cambia in diverse direzioni”, disse lei, “allora non si ha più un avvenire comune, in ogni caso, no? Secondo me è possibile che due cambino insieme, crescano insieme e si arricchiscano anziché impoverirsi a vicenda. La somma di uno più uno, se essi sono quelli giusti, può essere l’infinità. Ma spesso una persona trascina l’altra verso il basso; una persona vuole salir su come un pallone e l’altra è un peso morto. Mi son sempre chiesta come andrebbero le cose se entrambi, l’uomo e la donna, volassero su come palloni tutt’e due!”

“Ne conosci di coppie così?”

“Poche”, lei disse

“Quante?”

“Due, tre.”

“Io non ne conosco nessuna”, le dissi. “Bè…ne conosco una. Un solo matrimonio felice. Quanto al resto… o la moglie è una gioia e il marito è un peso, oppure viceversa, oppure tutt’e due. Due palloni è una cosa rarissima.”

“Pensavo che noi potessimo essere così”, disse lei.

“Sarebbe stato bello”.

“Si”.

“Cosa pensi ci vorrebbe” dissi “cosa potrebbe riportarci, insieme, al punto in cui eravamo?”

Sentii che aveva voglia di rispondere “Niente!”, ma non lo diceva perché sarebbe stato troppo facile. Ci stava riflettendo su, quindi non la spronai, non le misi fretta.

“Come eravamo… Non credo che nulla potrebbe farci tornare così. E poi non vorrei. Ho tentato strenuamente di cambiare. Ho persino tentato di uscire con altri uomini durante le tue assenze, per veder di controbilanciare la tua Donna Perfetta con il mio Uomo Ideale. Ma non ha funzionato. Noia, noia, noia. Stupido spreco di tempo”

“Non sono un’avventura io, Richard, non sono una party girl” seguitò a dire, lentamente. “Son cambiata tanto quanto ero disposta a cambiare. Se tu vuoi tornarmi vicino, tocca a te, cambiare”.

Mi irrigidii. “Che genere di cambiamento offriresti alla mia considerazione?”

Tutt’al più, pensai può ora farmi una proposta che non sono disposto ad accettare. In tal caso non verremmo a trovarci a un punto peggiore di quello in cui ci troviamo adesso.

Lei rifletté un momento. “Suggerisco che si prenda in considerazione una storia d’amore esclusiva, tu e io soli. Sarebbe l’occasione buona per vedere se siamo due palloni”.

                                                                                       

                                                                                                 Un ponte sull’eternità, Richard Bach

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...